Fai da te per la non-casa – parte seconda

Quale miglior occasione che un venerdì sera noioso e afoso passato in solitudine per terminare il post? 😉

E fu così che la ridente cittadina di V. un giovedì  mattina mi vide vagare per il mercato settimanale, ostentando noncuranza tra le occhiate stupite dei suoi abitanti, con tre cassette vuote sotto il braccio ancora sporche e profumate di arance siciliane!

Tornata a non-casa con il mio bottino, il primo passo è stato ripulire le cassette e dipingerne il fondo di nero con il colore acrilico non diluito.

Per dare maggior solidità alla struttura ho inserito, tra una cassetta e l’altra, un pezzo di cartone ondulato della stessa misura dei ripiani, ricavato tagliando uno scatolone da imballo di buon spessore.

Ho incollato i pezzi di cartone al legno con colla multiuso e ho utilizzato un pezzo dello stesso cartone per rinforzare il fondo della libreria, che ho poi completato avvitando quattro feltrini con chiodo a m0′ di piedini.

Una volta sovrapposte le tre cassette, ho rinforzato la struttura con chiodini senza testa nei punti di maggior pressione.

La struttura non aveva ancora la solidità necessaria per reggere il peso di un buon numero di libri, quindi mi sono scervellata alla ricerca di un modo per ovviare al problema.

Pensa che ti ripensa ecco l’idea! 💡 Vi ricordate le cinghie ferma-libri degli anni ’80 oppure, se siete molto più giovani, quelle che si utilizzano per le valigie rigide?

Ho utilizzato una cinghia da tapparella bianca, fissata ben tesa con chiodini, per “legare” la libreria et voilà! 🙂

A questo punto, terminata la parte difficile ecco arrivare il divertimento: decorare e dipingere!

Inizialmente volevo mantenere il legno grezzo ma poi ho pensato ad un decoro in stile Mondrian.

Ho usato colori acrilici primari non diluiti, blu, rosso, bianco e giallo a contrasto con il fondo nero.

Ho creato delle fasce simmetriche su entrambi i lati, giallo in alto e bianco in basso, mentre la parte centrale è stata dipinta di blu sul lato sinistro e di rosso su quello destro.

Il colore non ha coperto completamente le scritte marchiate a fuoco sul legno, ma l’effetto è piacevole e dà una nota quasi vintage.

La parte superiore mi ha dato le maggiori soddisfazioni e il perchè è presto detto:

V E R N I C E  L A V A G N A

Me ne era avanzata parecchia da lavori precedenti e così ho pensato di crearmi una superficie per appunti, lista della spesa, saluti agli amici virtuali e così via, corredata di gessetti colorati.

Cosa non si fa per ingannare il tempo!

Pronti a vedere la mia “bambina”? 🙂

01

02

03

04

Annunci

4 thoughts on “Fai da te per la non-casa – parte seconda

Metti una mela nel cestino!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...