Anarchia

Oggi mi sento anarchica, ho voglia di sfidare il mondo e gridare

‘Fanculo a te! Sono ancora qui, mi senti?

Ho appena speso una fortuna in biancheria intima, lo shopping online è una droga che andrebbe vietata per legge, ho voglia di fare cose nuove, cambiare strada alla mia vita, buttarmi in qualche esperienza più stimolante.

Sento i pollici che prudono e una strana vena di impazienza che scorre giù per la schiena.

Ho sempre trovato tristi e inutili quelle liste di cose da fare prima dei xx anni.

Diciamocelo pure, alla fine chi riesce davvero a spuntare tutte le voci della lista?

Meglio godere ogni giorno di un piacere effimero, di una piccola trasgressione piuttosto che soppesare troppo a lungo ogni dettaglio.

Al liceo avevo un raccoglitore ad anelli molto anni ’80, uno sfondo di colori sgargianti, una pinup in stile Fiorucci ed una frase, che porto ancora impressa nella mente dopo così tanto tempo

AVRO’ PAURA DI UN SOLO GIORNO ALLA VOLTA

 Oggi mi sento anarchica, oggi va così.

Annunci

7 thoughts on “Anarchia

  1. Condivido appieno le tue sensazioni, impressioni, posso permettermi di definirle anche frustrazioni (?) sul da farsi, sulla lista delle cose da fare. Credo che ad un certo punto di questo nostro percorso, quando gli anni iniziano a passare troppo velocemente, ci si debba rendere conto che è meglio non pianificare troppo a lungo termine. La frase scritta sul tuo raccoglitore credo sia il vero segreto.

    Liked by 1 persona

    • Sì, la vita è troppo breve e troppo imprevedibile per poterla pianificare.
      Recentemente ho visto un film e mi è rimasta impressa una frase “La vita è ciò che ci accade mentre siamo impegnati a fare progetti”.
      Grazie per le tue parole.
      A presto.

      Mi piace

  2. Sarà che sono giovane, ma personalmente non ho mai avuto la mania di seguire piani e liste…credo che l’ansia del fallimento (del non completare la lista, del non riuscire in uno scopo) compaia più nella maturità.. …forse semplicemente i giovani sono abituati a sbagliare, a non avere mai certezze, a cadere continuamente e risalire, incapaci di controllare la vita, di viverla con l’esperienza necessaria da renderla abituale. I giovani sono frettolosi…arronzoni, bugiardi, estremamente pazzi e felici, vogliosi di cambiamenti. Talvolta fragili.
    Sei giovane Melasbacata, e più che mai oggi senti di esserlo. Un abbraccio 🙂

    Mi piace

    • Ti ringrazio per la tua risposta, soprattutto perchè mi fai un complimento quanto mai gradito.
      Mi credi giovane, non so se ti ha tratto in inganno il mio modo di scrivere o la mia foto, ma io non sono giovane 🙂
      Dici che l’ansia del fallimento compare nella maturità ma non è prerogativa dei giovani.
      Verissimo, infatti non mi sono mai preoccupata dei risultati raggiunti o falliti quando ero più giovane……….mille vite fa……ora invece sì.
      Forse l’orologio sta semplicemente ticchettando in maniera più udibile.
      Le cifre che compaiono nel tuo nick sono il tuo anno di nascita?
      Se sì……….beh abbiamo davvero tanti anni di differenza.
      Forse il bello dei blog è proprio quello di accomunare, attraverso la scrittura, persone che altrimenti non avrebbero modo di conoscersi perchè troppo distanti per età anagrafica.
      Ti aspetto per chiacchierare ancora insieme.
      Mela

      Mi piace

      • Si Mela! Quello è il mio anno di nascita, sono ancora molto giovane…ad ogni modo sono d’accordo con te, il blog è anche un modo per essere accomunati fra persone che altrimenti non avrebbero niente in comune. È bello invece che l’amore per la poesia, la letteratura e tutti gli altri temi di cui discutiamo ci possano rendere tutti un grande corpo pensante, che mai come oggi è necessario in un ambiente nazionale come il nostro.
        Restiamo salvi dall’ignoranza.

        Un bacio, Laura 🙂

        Mi piace

  3. spesso ci sentiamo tutti un po’ anarchici: godere del momento come se fosse la vita intera. L’importante è riuscire ha trovare quell’autocontrollo personale che risulta funzionale per l’equilibrio globale, perché se ognuno di noi avesse la forza di essere perfetto per se stesso e la propria felicità, allora tutto il mondo ne godrebbe. In fondo l’anarchia non è fare quello che si vuole, ma muoversi con le proprie regole per il bene collettivo. Il problema è che troppo spesso ci si muove controvento…
    Molto bello questo pezzo, e la parte dove dici, “meglio godere ogni giorno di un piacere effimero, di una piccola trasgressione, piuttosto che soppesare troppo a lungo ogni dettaglio”. Ed è proprio il desiderio di una libertà privata, di quell’attimo intenso dove si gioisce dentro se stessi che si costruiscono i giorni… senza paura

    Mi piace

    • Sto cercando di diventare un po’ più egoista, cerco di ritagliarmi ogni tanto uno spazio per me, una piccola trasgressione per alleggerire i doveri quotidiani.
      Ho imparato la lezione con il trascorrere degli anni e penso di essere nella direzione giusta.
      Grazie per il tuo commento davvero incisivo.
      A presto
      Mela

      Mi piace

Metti una mela nel cestino!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...