Cuore stanco

cuore stanco

fonte: web

Cuore stanco il mio, troppo stanco in questo momento.
Scrivo e cancello.
Ho un vulcano dentro la testa, un torrente di lava arrabbiata che preme per uscire.
Il mio orgoglio e la testaccia dura non aiutano.
Ho mandato a quel paese la diplomazia.
Sono incazzata, si vede e non faccio niente per nasconderlo.
Perchè dovrei?
Di giullari e leccapiedi è pieno il mondo ma io non voglio più farne parte.
Ho innalzato un cancello di filo spinato e aspetto chi voglia provare a sconfinare.
E’ una battaglia che ho già perso in partenza, un braccio di ferro cui partecipo con entrambe le mani legate eppure ci provo, ci provo ancora.
Come una falena, che va inevitabilmente a bruciare la sua piccola esistenza sul vetro di una lampadina rovente, così io so che perderò, che dovrò chinare il capo e ingoiare la mia ribellione oppure rialzare la testa in un ultimo amaro sussulto di dignità e fare terra bruciata intorno a me.
Strappo con i denti le pellicine delle dita, con ferocia, assaporando il gusto ferroso del sangue, per punirmi con l’amara soddisfazione di provare dolore.
Cuore stanco il mio, davvero troppo.
Intanto ascolto una delle mie canzoni preferite e metto via, non si sa mai cosa accadrà domani.

Annunci

25 thoughts on “Cuore stanco

  1. Credo che ci sia sempre qualcosa da mettere via, piccole cose che in un momento insperato saltano fuori e stanno lì a fissarti, come a dire “ehi, non sei da sola, noi ci saremo sempre, nonostante tutto”. Ah, le piccole cose, che dispettose che sono.
    Un abbraccio.

    Mi piace

      • Capisco. Immagino sia una situazione lavorativa, il che rende tutto orrendamente “normale” poichè purtroppo laddove i rapporti sono di tipo gerarchico, o comunque legati al potere, sembra funzionare così. Perciò ti dico che la vittoria è “interiore”: per le scelte che si fanno, per come si conduce il dialogo con queste persone – non per il risultato in sè, quello che tu definisci esito. Ma per la possibilità di capire qualcosa di se stessi. E del mondo.
        Perciò brava

        Mi piace

  2. Splendida canzone degli Yo Yo Mundi, sono d’accordo con te.
    “È una follia odiare tutte le rose perché una spina ti ha punto, abbandonare tutti i sogni perché uno di loro non si è realizzato, rinunciare a tutti i tentativi perché uno è fallito. È una follia condannare tutte le amicizie perché una ti ha tradito, non credere in nessun amore solo perché uno di loro è stato infedele, buttare via tutte le possibilità di essere felici solo perché qualcosa non è andato per il verso giusto. Ci sarà sempre un’altra opportunità, un’altra amicizia, un altro amore, una nuova forza. Per ogni fine c’è un nuovo inizio.”
    da Il Piccolo Principe di Antoine De Saint Exupèry.
    Purtroppo, di dolori, questo mondo non smette di darceli però ci offre anche tanta forza per ricominciare e gioia. La vita è un tutto, possano i momenti belli donarti una forza d’animo infinita per ricordarti che quelli brutti sono solo una piccola parentesi, la distrazione di un fato tendenzialmente benevolo.
    Coraggio!

    Mi piace

  3. Sei una dormiente….

    Lo sono stata anche io. Ho avuto uncuore stanco e dolorante e ho creduto anche di non averlo più.
    Per quello riconosco le dormienti.

    Chi scrive quello che scrivi tu è un cuore, si stanco, ma vivo. Tremendamente vivo. In attesa.

    Ti abbraccio

    Liked by 1 persona

Metti una mela nel cestino!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...