Doppio poetico – F. Garcia Lorca

E’ tramontato il sole

Il sole è tramontato. Gli alberi

meditano come statue.

Ormai il grano è falciato.

Che tristezza

le norie ferme!

Un cane campagnolo

vuole mangiarsi Venere, e le latra.

Splende sul suo campo di pre-bacio

come una grande mela.

Le zanzare – Pegasi della rugiada –

volano l’aria calma.

La Penelope immensa della luce

tesse una notte chiara.

ascoltando Meg

 

Conchiglia

Mi han portato una conchiglia.

Dentro le canta

un mar di mappa.

Il mio cuore

si riempie d’acqua,

con pesciolini

d’ombra e argento.

Mi han portato una conchiglia

ascoltando Demetrio

Annunci

3 thoughts on “Doppio poetico – F. Garcia Lorca

  1. Ho un rapporto strano con la poesia, un po’ come con la pittura. Tecnicamente non ne so niente, non so di metrica, di quartine e di sonetti, so a malapena che la Commedia è scritta in terzine di endecasillabi… Ma col tempo ho imparato a cercare le emozioni, sia nella pittura sia nella poesia, e a dividere le opere in due grandi categorie: quelle che mi piacciono e quelle che non mi piacciono, sulla base di quanto mi emozionano. In questo specifico caso, la prima poesia non mi dice granché, ma la seconda… Vedere questo cuore che si riempie d’acqua, e questa metafora dei pesciolini d’ombra e d’argento… Che meraviglia! E anche la foto si accoppia perfettamente. 🙂

    Liked by 1 persona

Metti una mela nel cestino!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...