Voodoo doll

voodoo-dolls-wallpaper

fonte: web

Ho voluto giocare un gioco antico,

di cui avevo dimenticato le regole.

Ho lanciato in aria i dadi,

ma nascondevano facce truccate.

Ho guidato nella notte senza freni,

senza accorgermi della curva ingannevole.

Ho lanciato il mio corpo nel vuoto,

con ali improvvisate troppo piccole per me.

Ho assaggiato un vino sconosciuto,

ma il mio stomaco era vuoto.

Ho indossato cavigliere di ti amo,

soffrendo per la pelle piagata.

Ho vietato al corpo di dormire,

zittendo i lamenti del sonno.

Ho tappato le orecchie al buonsenso,

pur temendo la malìa delle lusinghe.

Ho bruciato la candela dai due lati,

ignorando d’esser io lo stoppino.

Ho impastato bamboline voodoo,

con la tiepida me stessa liquefatta.

Resto a terra così

-una falena infilzata-

pronta per la teca

di un nuovo collezionista.

Sarebbe fin troppo ovvio ascoltare Voodoo child, fatelo pure se volete, ma qui da me stanotte risuona Persephone.

Annunci

6 thoughts on “Voodoo doll

Metti una mela nel cestino!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...