Ottobre è il più schifoso dei mesi

Ottobre è un mese per stomaci forti e persone temerarie

Questo ho scritto tanti anni fa, su uno degli innumerevoli quaderni che accompagnano il mio vagabondare tra i pensieri e i labirinti che ho nella testa.

Mi ricordo che l’avevo scelto per la bella copertina, questa sciocca mania di farmi attirare dall’involucro esterno, ma sono una gazza, che ci posso fare!, e poi mi piace l’odore nuovo della carta e quell’attimo di paralisi che avverto ogni volta che affronto una pagina bianca, quasi che le tracce di inchiostro fossero la prova di una verginità perduta.

Mi piace scegliere una penna con la punta sottile e tracciare, con la mia pessima grafia, i pensieri che si affacciano per prendere un po’ di aria, lumachine con le antenne curiose in cerca di erbetta fresca.

In realtà, quello che faccio è cercare di tradurre in parole le immagini che ho nella testa, perchè per me ogni parola ha associata un’immagine, che spesso non è quella che mi aspetterei, e un colore e, talvolta, un profumo.

Se penso alla parola grembiule in realtà io vedo mia nonna, sento il profumo del cibo cucinato con amore, e la parola è azzurra, il suo colore preferito.

Sinestesia si chiama, dicono sia legata ad una diversa trasmissione dei canali del calcio, quanto li ho odiati quando studiavo fisiologia, ma alla fine poco importa.

Anche i mesi hanno un colore, gennaio è color del ghiaccio e odora di sale, marzo è di un verde gentile e profuma di fiori di melo e così via.

Ottobre è un mese feroce, ottobre ha il colore del raspo dell’uva esausto, un violaceo malsano che puzza di lieviti e muffa, e l’odore delle foglie schiacciate nei viali pieni di pioggia, che se non stai ben attento dove metti i piedi scivoli come su una saponetta.

Niente a che vedere con quelle cartoline caramellose che grondano buoni sentimenti, i viali alberati perfettamente spazzati, tranne alcune foglie che si posano qua e là come modelle in attesa di essere fotografate, i colori accesi, le zucche e tutto quel rosso e arancio, che mi stanno un po’ sulle palle perchè non sono i colori giusti, non sono giusti per ottobre.

Ottobre puzza di nebbia, quel laccio viscido che incolla la gola e fa tossire senza requie, i vestiti che odorano di fumo chimico, le lenzuola umide che si appiccicano alla pelle e costringono a dormire raggomitolati, per racimolare un po’ di calore.

Ogni anno mi dico che ce la faccio, ormai sono grande, non è difficile.

Arriva la fine di settembre e sono carica, che vuoi che siano trentuno stupidi giorni, passano che neanche te ne accorgi e invece una mattina ti guardi allo specchio e ti arriva la mazzata, cazzo! è ottobre e immediatamente l’energia cala, come la lancetta del tachimetro della DeLorean, sei lì che stai raggiungendo le 88 miglia orarie e ottobre ti fa lo sgambetto!

Ottobre è il più schifoso dei mesi e la DeLorean viaggia al passo di un bradipo con seri problemi di orientamento.

Mi toccherà aspettare che si levi ancora una volta dai piedi, mi toccherà aspettare che arrivi novembre, che ha il colore wasabi dei crisantemi giapponesi e l’odore buono della neve che arriva, quel freddo meraviglioso, che punge il naso al mattino e chiama a gran voce il tepore della lana e il sapore di un buon vino rosso, tannico il giusto e non troppo giovane, come piace a me.

Mi toccherà aspettare.

woman waiting in the rain

fonte: web

Grazie al blog Cose da V, lei sa perchè!

Annunci

60 thoughts on “Ottobre è il più schifoso dei mesi

  1. Ottobre mi piace. Per le ragioni che tu dici e mi riportano alle vigne dell astigiano alla raccolta , ai contadini che pigiavano l uva, ai canti un po brilli. Non una cartolina stucchevole ma l orologio di stagioni ormai snaturatè.
    Il solicino di ottobre timido e caldo una sorpresa ogni volta è poi….
    Le ottobre romane!!!
    Ottobre mi piace anche oggi, la casa fredda e la mia pelosetta Sally dal respio quieto.
    Riprendo dimestichezza con la lentezza, i video, le letture ….
    ShhheraBuonanotteebuongiorno

    Liked by 1 persona

  2. Ottobre è il mio mese e per me il più dolce dei mesi. Sa di odore di autunno e di camino, di prime polente, di casa, di maglioni leggeri e di sole tiepido, di crocchiare di foglie sotto le scarpe e del primo giaccone della stagione. E un inizio e io lo amo

    Liked by 5 people

  3. …ogni mese ha i suoi echi e come nella vita, probabilmente, ci sono giorni che non piacciono, così ci sta che ci siano mesi che non piacciono… L’importante è che poi, guardando l’insieme, si resti soddisfatti…Perchè anche le cose che non piacciono, in fondo hanno il loro senso 🙂 Buona giornata mia cara

    Liked by 1 persona

  4. Io amo le mezze stagioni, ma poi in effetti tutti i mesi, meno quelli invernali a dire la verità, ma hanno un loro perché anche quelli 🙂
    tutti hanno la loro cartolina, e la realtà è quasi sempre diversa (a volte penso all’inverno e mi vengono in mente le “lunghe sere invernali passate a raccontare storie davanti al camino…” seeee 😀 mi sa che la luce elettrica ha spento la poesia). Non so, ci sono cose che detesto e cose che amo in tutti. Ma credo che in effetti le immagini legate ai ritmi antichi, raccolto, vendemmia, semina ecc. oggi appaiano un tantino datate 🙂

    Mi piace

  5. hai descritto un concetto con gran belle parole inseguendo un’idea. Poi non credo che davvero non ti piaccia…magri ti ritrovi con gli stessi pensieri a gennaio o ad agosto e dai la colpa al povero ottobre. Certo ci sono mesi che si fanno amare di più ma io mi trovo d’accordo con la visione che ha espresso il buon Kalosf… 😉

    Mi piace

  6. Ah stavolta no! Non sono minimamente d’accordo! 🙂 Io lo amo ottobre, coi suoi gialli e arancioni e rossi, in questi giorni mi riempio gli occhi e sorrido solo a vedere le sfumature delle foglie! E stamattina, nuvole basse e nebbiolina sul lago … un quadro meraviglioso, anche se piovigginava! Buona parte delle tue descrizioni io invece le riservo a Novembre, che mi va sempre un po’ di traverso e mi fa da spartiacque tra i colori di ottobre, con le zucche e tutto il resto e le lucine di dicembre. Novembre è insulso e grigio e un po’ noiosetto 😉
    Il bello dei punti di vista!!!

    Mi piace

  7. c’è già stato qualcuno che ha intitolato un libro parlando di un mese (in questo caso non era ottobre, ma aprile) definendolo in “più crudele”. Probabilmente nel nostro immaginario ognuno di noi sceglie un mese particolare per volersene distaccare, come se la sua vita non le appartenesse, ma tant’è, sono solo trenta giorni (o 31 in altri casi) per dimenticarlo e poi ricominciare, tanto, come hai detto, arriveranno le nevicate e un bellissimo freddo per inserire nei nostri corpi quei brividi necessari per capire che la vita è sempre in evoluzione. Pensa alla vendemmia e al vino, così ti rimane un po’ di allegria: te lo offro io ! 🙂

    Mi piace

  8. Io lo amo e lo odio ottobre… anzi , l’autunno… a volte lo odio perchè sembra triste… Altre volte lo amo perchè mi insegna che il sole può sempre uscire fuori 😉 bello scritto, mi è piaciuto molto 🙂

    Mi piace

  9. Sono un po’ in ritardo, ma Ottobre è bello proprio per le ragioni che hai stilato tu. Dopo (come quest’anno) la calura estiva, che non sopporto, quell’umidità dona freschezza all’aria.
    Più tersa e respirabile e quei colori magnifici della natura, stufa del sempre verde.
    Cmq il tuo post è molto bello ed è anche questo Ottobre …un saluto Marina 🙂

    Mi piace

Metti una mela nel cestino!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...