Sesso veloce

fonte: web

Mi è stato fatto notare che il mio post potrebbe essere preso come un modello di comportamento pericoloso. Siamo, mi auguro, tutti adulti responsabili e sufficientemente intelligenti per non mettere a repentaglio la nostra e soprattutto l’altrui vita. Comunque, voglio sottolineare che ciò che ho fatto non è un esempio da seguire. Cerchiamo di essere sempre prudenti e riflettere sulle conseguenze delle nostre azioni. Insomma leggete ma non imitate!

Finalmente sono arrivate le diciannovecazzotrenta di questo venerdì sera e non ne puoi più.

Il prossimo che entra lo ammazzo, giuro!

Saluti l’ultimo cliente, lo accompagni con decisione fuori della porta e chiudi il maledetto cancello.

Un ciao veloce a tutti quanti e via verso lo spogliatoio, a metà strada ti sei già tolta quel camice che ti opprime ogni giorno come una cappa di piombo. Lo getti alla meno peggio dentro l’armadietto, afferri borsa e giacca, sbatti l’antina di metallo con malagrazia e guadagni l’uscita di servizio.

Piove, cazzo!

Tu l’ombrello non lo hai mai dentro quel buco nero che chiami borsa, e pazienza, tanto i capelli li devi lavare lo stesso e un po’ di pioggia acida non ti farà certo morire.

Le chiavi, dove ho messo le chiavi della macchina, eccole!

Sali veloce, ti rannicchi sul sedile voltando la testa per non essere disturbata, c’è sempre qualche rompiscatole che ti bussa al vetro avete già chiuso? a che ora aprite domani? tu di solito abbassi il finestrino, sorridi nonostante i tuoi occhi stiano sillabando il vaffanculo più sonoro del mondo, rispondi con gentilezza ma stasera no, stasera chi ti si para davanti viene asfaltato, stasera lasciatemi stare!

Una scorsa veloce al cellulare, le mail possono attendere, poi accendi la macchina, una manovra veloce per uscire dal parcheggio e già le dita corrono al lettore cd.

Fa’ che sia la musica giusta, fa’ che sia quella giusta……..cazzo sì è uscita LEI e non si può non schiacciare a tavoletta.

Alzi il volume,

15………..18…………20………22………….25…………30db

Vibra tutto, persino le ovaie, e giù il finestrino che la musica vada un po’ a spasso, qualche ragazzo in bici nel viale si volta sbigottito

ragazzino fidati che questa è pura estasi!

Alla fine del viale sei già agli 80 in centro paese, il semaforo è verde, bene,

freccia a destra,

scali la marcia quel tanto che basta, il motore urla ma risponde,

svolti, accelerata e sei in quarta, pigi un po’ di più, la statale è libera,

impugni la leva del cambio con decisione, le leve si impugnano sempre così altrimenti non sanno chi comanda,

quinta,

110……..130

rotatoria laggiù che ti aspetta, alzi appena il piede dall’acceleratore

scali in quarta

terza,

i giri salgono,

pennelli la doppia s della rotatoria e di nuovo a tavoletta

a destra l’ingresso dell’autostrada, a sinistra la via di casa

ti senti Neo davanti alle capsuline rossoblu

autostrada,

stasera vuoi correre

casello

telepass

sbarra che si alza

via, via veloce

davanti hai le Alpi illuminate dagli ultimi raggi del sole

l’autostrada è dritta, poche auto, una striscia lunga e nera tutta per te, come un laccio di velluto da indossare sulla gola

schiacci ancora il pedale

150….160….180………questo è il momento in cui ti chiedi perchè non hai ancora qualche marcia, almeno dieci per andare veloce come piace a te.

Bello correre così, i sensi concentrati sul rumore del motore, un occhio al contagiri, la mano che batte il tempo, Angus che fa gridare la sua chitarra come una donna in calore, il veleno dei pensieri che se ne va dal finestrino aperto.

Il nodo si scioglie, le spalle si rilassano e adesso va bene.

Ok, ora può bastare

spegniti Charlie, calmati

Si torna a casa baby, è stato bello fare sesso con la velocità.

Annunci

114 thoughts on “Sesso veloce

  1. Ops, una corsa di formula uno! Pazzesca anche se ti consiglio di non correre in macchina. Prima mi facevo prendere anch’io, poi ho avuto un bruttissimo incidente dal quale sono uscita praticamente illesa da una scatoletta di sardine ( solo collare e leggero trauma cranico) e tra l’altro un furgone mi tagliò la strada, non era neanche colpa mia. Da quel giorno resisto e agisco all’inverso:” fanculo tutti io vado nei limiti”. Ho impiegato un po’ di tempo ma ora ho trovato anche i pregi di ” farlo piano”.
    Tuttavia questo è un racconto no? E come tale puoi fare ciò che vuoi: correre su una pista ghiacciata, saltare un ponte come Supercar…e quindi apprezzo come sempre la tua scrittura fantastica e il pezzo. Bravissimaaaaa un ritmo sfrenato!

    Mi piace

  2. UAU! Che corsa mesvigliosa! Dalla tasca son stata sballottata a destra e a manca…. Bello, ci vuole ! Quella velocità con barbera e birra nel cuore ( e nello stomaco) … Che liberazioneeeeeeee 😘😘😘😘

    Mi piace

  3. Ad essere sincero non sono un amante della velocità, e solo un paio di volte in quasi 27 anni di patente mi sono permesso di esagerare, e solo in autostrada.
    Ho paura più per gli altri che per me, ma non è che io vada lento, cerco solo di evitare l’esagerazione.
    Ma se alzo i giri del motore i ascolto i Prodigy.

    Mi piace

  4. Devo vedere se riesco a recuperare da qualche parte un post scritto una decina d’anni fa nel vecchio blog ….mi ci hai fatto pensare.
    Se non ricordo male erano poche parole, suddivise in quattro righe ….e il sottile brivido nel sentire per un attimo le ruote girare a vuoto nella pozzanghera a 230 in autostrada

    Mi piace

Metti una mela nel cestino!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...