L’ultima

«Ma come, ti sei mangiato l’ultima pizzetta??? Uffa, sempre così. Ingordo che sei, era mia!»

Voltò la testa alla sua destra, incuriosito dal battibecco tra i due ragazzi seduti due tavolini più in là.
Lui alto e scuro, lei bionda e magrolina.

Belle tette però e un culo da tenere tra le mani con vero piacere.
Questo lo pensò quando si alzarono per andarsene via abbracciati, valutando con aria esperta i fianchi che ondulavano nei jeans aderenti.

Lo scambio di battute l’aveva riportato indietro nel tempo. Aprì il giornale senza riuscire a leggere una sola riga, gli occhi vagavano tra le lettere confondendo le parole e mischiando le carte dei ricordi.

Se ne stava lì seduto, strizzando gli occhi segnati dalle rughe del vento, riscaldandosi al sole primaverile già caldo, davanti alla spiaggia silenziosa, senza il fastidio di troppa umanità urlante e irrispettosa della sacralità del mare.

Pensava a quel periodo folle e crudele di tanti anni prima. Al gioco che avevano condotto insieme, dividendosi lei dapprima da buoni amici, poi bramando sempre di più il suo possesso esclusivo, come due cani alla disperata difesa di un osso.

Cos’era rimasto alla fine?

Rigirò il bicchiere quasi vuoto e bevve ancora un sorso di amaro masticando distratto un’oliva, l’ultima rimasta nel piattino.

bicchiere

fonte: web

Si parlava con un amico blogger di ultimo boccone di cibo conteso, domande aperte, ricordi e risposte possibili ed è nata questa associazione di idee, così per caso dalla riflessione su un croissant.

Annunci

67 thoughts on “L’ultima

  1. Parla la parte epicurea di me, che è anche una delle parti maggiori, ma per cedere l’ultimo boccone deve essere vero amore. Piuttosto compro un’altro vassoio di pizzette, puoi mangiarne anche solo una e avanzare il resto, di certo non mi offenderò… Ma l’ultimo morso… ecco…

    Liked by 1 persona

  2. Devo dire che l’hai scritta benissimo come sempre. Mi hai fatto immaginare la scena con un po’ malinconica..alla fine che rimane? Domanda da un milione di dollari 🙂

    Mi piace

  3. Mi piacciono i finali aperti, ma chissà se questo lo è in fondo. Pur non volendo eccedere nell’interpretazione, l’ultima oliva masticata distrattamente è un segnale significativo dal mio punto di vista.
    Sempre eccellente il tuo stile cara Mela!
    Baci! 🙂
    Primula

    Mi piace

  4. Eh l’ultimo boccone…..
    Secondo me quei due si son scassati alla fine…. Bah…
    A volte l’ultimo boccone è quello che hai pregustato x tutto il tempo aspettando che arrivasse il momento proprio per lui.
    Dipende dall’importanza dell’altra persona se lasciara o meno l’ultimo pezzo… Che poi neamche é vero… Dipende anche dall’importanza del boccone stesso…
    Ussignur me so incartata….

    Mi piace

Metti una mela nel cestino!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...