Cardiopoiesis

cuore sotto vetro

Mi si è spezzato il cuore.

Lo stavo sfilando dal petto

come ogni giorno

per appoggiarlo sul cristallo

tra inutili ninnoli

che non so buttare

e fiocchi di polvere

regalo dei giorni.

È caduto di testa

ha davvero una testa il cuore?

con un tonfo crudele e

si è aperta una crepa sottile.

guscio d’uovo cascato dal nido

Ne goccia fuori un rivolo

non albume nè sangue

di parole trasparenti

tutte le ho perdute, tutte.

sono state mai davvero mie?

Ho sparso segatura a manciate

quanto aiuta il giusto emostatico

ed ora la pira collosa

parole coagulate in fretta

inzacchera il pavimento.

Ogni sinonimo è fuso al suo contrario

non è possibile rimediare

soltanto una parola si è salvata

la mia preferita

impigliata all’orlo della ferita.

Vischiosa, lucente e orfana

goccia di miele su fico maturo

è restata appesa un istante

un battito, una sistole

prima di tuffarsi sul cumulo

delle sorelle perdute.

L’ho guardata liquefarsi

in una chiazza opaca

sacrificio senza rimpianti

di lei non riverbera che il ritmo del silenzio.

e ora?

I cocci del cuore sono nell’umido

sembrano bucce di mela

il pavimento non conserva

memorie appiccicate

tracce invisibili al luminol

il buco in petto è colmo di ovatta.

passa ancora vento freddo –

Allo sterno ho appeso l’orologio del nonno

l’ho caricato con l’osso della fortuna

la cassa ammaccata scandisce

il silenzio – fragoroso – delle ore

e la musica – muta – dei giorni.

È ora?

58 pensieri su “Cardiopoiesis

  1. parole che avvolgono suggestive in un’atmosfera dolente ma non irrimediabile.
    ogni parola che scrivi ha il suo doppio in una metafora (la segatura del coagulo), in un’allusione (le bucce di mela), in un senso solo tuo (l’ho caricato con l’osso della fortuna) che però non offuscano la bellezza originale di queste tue parole.
    ml

    "Mi piace"

  2. Passare da te è autentico piacere letterario e momento di forti emozioni.
    Vorrei avere davvero più tempo per abbandonarmi con maggiore costanza a un esercizio così salutare per mente e cuore.
    Ti lascio un grande abbraccio con l’affetto che sai. ❤️

    "Mi piace"

    • Mia cara, ricambio il tuo abbraccio e il tuo affetto.
      Mi piacerebbe tanto avere l’occasione per rivederti. Spero capiti, prima o poi.
      Per quanto riguarda il poco tempo che hai a disposizione per leggermi, ti assicuro che, data la lentezza con cui scrivo e pubblico ultimamente, è più che sufficiente! Non so se troverai novità al tuo prossimo passaggio qui…. Un abbraccio grande grande 😘💙

      Piace a 1 persona

      • Cara Mela, ho poco tempo a disposizione anche per scrivere, almeno qui. Gli impegni dell’Associazione sono tanti e quotidiani. Gratificanti però.
        Vederci ancora è nel carrello da tanto, faremo di tutto perché avvenga. Ce la faremo. 🌹😘

        "Mi piace"

    • Ci provo mia carissima, ma è difficile. Avrei anche parole, sapessi quante ne abbozzo in testa! Mi sembrano tutte senza valore e senza senso e allora le lascio volare via, come il fumo che guardi ma non riesci ad afferrare.
      Ti abbraccio forte anche io. Mi manca la tua saggia ironia 💙

      "Mi piace"

  3. Pingback: Gioielli Rubati 63: Mariangela Ruggiu – Stefanie Golisch – Matt Taggart – Giovanna Ristori – Salvatore David La Mendola – La Mela sBacata – Patrizia Schettini Natrella – Biagina Danieli. | almerighi

  4. Grazie a Flavio Almerighi, che ti ha “rubata” e data eco alle tue parole, che avevo mancato (sono abbastanza “assente” dal web in questo periodo e il pensiero di perdere tanta bellezza mi rattrista non poco).
    Una domanda mi resta leggendo le tue splendide parole (non ho letto eventuali chiarimenti già dati). Quell’ultima parola,qual’è? E’ forse proprio la Poesia?
    E’ sempre bellissimo trovare in rete tue nuove parole. Grazie.
    P.

    "Mi piace"

    • Non ero neppure convinta di ciò che ho scritto e non mi sarei mai aspettata una cosa del genere!
      Permettimi di lasciare un pizzico di mistero. La “mia” parola è abbastanza banale e forse anche lisa dal troppo uso che se ne fa, a volte impropriamente.
      Se per te Poesia suona bene, allora direi che sì, è una parola che calza a pennello ed è la “tua” parola, l’essenza di ciò che ho scritto vista attraverso la tua sensibilità.
      Grazie a te Paolo, come sempre.

      Piace a 1 persona

Metti una mela nel cestino!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.