la musica della vita (tag)

music-quote-background

fonte: web

Visto che ieri era sabato, quindi take it easy, quel buontempone di Vomit0r666 😮 ha pensato bene di nominarmi per questo tag, creato da The Master Peach.

Okkei, si tratta di musica ed io per musica, libri e film faccio un’eccezione, anche se la mia regola sbacata è sempre la stessa: nessun nominato ma tutti liberi e invitati a scrivere, se ne hanno voglia.

1 – La sigla del vostro cartone animato preferito?

Qui ovviamente non c’è esitazione che tenga, le alabarde spaziali di Goldrake vincono su tutto e tutti, ho ancora il 45 giri originale ricevuto come regalo di Natale!

2 – Canzone della band preferita?

Ho una pagina intitolata God save the Queen quindi è facile capire chi è la mia band preferita. La canzone, tra le tante, che eleggo come beniamina è These are the days of our lives che nella mia mente è associata a mio padre e a ciò che ho perso nella vita ma che I still love.

3 – Colonna sonora dell’estate preferita?

Questa è stata la domanda più difficile perchè io Odio l’estate!!

4 – Una canzone che vi fa divertire?

Che cossè l’amor di Vinicio Capossela, soprattutto quando la Ramona entra in campo….

5 – Una canzone che vi fa riflettere?

La ballata di Michè di Fabrizio De Andrè, amore e tristezza a bordo di un bateau mouche parigino.

domani alle tre
nella fossa comune sarà
senza il prete e la messa perché d’un suicida
non hanno pietà

6 – Colonna sonora preferita di un film?

Mad world cantata da Gary Jules nel film Donnie Darko, credo uno dei più angoscianti e disturbanti che ho visto.

7 – La canzone della vostra infanzia?

La canzone di Marinella, una delle mie ninnenanne preferite insieme a Stairway to heaven, e adesso forse si capisce un po’ di più perchè sono come sono……ah! le gioie dei traumi infantili 😉

8 – Canzone con cui scaricate l’ansia?

Knock on wood in pieno stile dance ’80 con tanto di coreografia ad alto volume. Un giorno o l’altro mi verrà un infarto ma riesco ancora ad arrivare alle note alte!

9 – Canzone di musical o film musicale preferita?

Ex aequo per Footloose e La febbre del sabato sera perchè la pelvica di Tony Manero è sempre la pelvica….

10 – La vostra attuale colonna sonora?

Le vent nous portera dei Noir Désir, perchè vorrei davvero essere leggera e farmi portare dal vento verso una nuova destinazione.

Buon ascolto e chi vuole mettere una melina musicale nel cestino è il benvenuto.

Annunci

desideri (tag)

Ancora un tag per me, anche se la prassi è la solita, nessun nominato ma tutti liberi e invitati a scrivere, se ne hanno voglia.

Questa volta il tema sono i desideri e la pietra dello scandalo è quasi40anni.

Con lei è stato amore a prima lettura, anzi a primo avatar!

Ha messo un like ad un mio post, ho guardato il suo avatar e ho pensato “però! questo è un blog da leggere subito e TAAAC!” (come direbbe Pozzetto) 😉

Ringrazio anche l’ideatore del tag, il blog Racconti dal passato e così le formalità sono, se pur parzialmente, espletate.

Dicevamo?? Ah sì……..desideri!

Io fantastico di desideri fin da bambina, immagino lampade ritrovate fortunosamente, ma anche ferri da stiro o vecchie ciabatte vanno bene, da cui esce il genietto o la fatina di turno che mi concederà i tre canonici desideri.

Ogni volta sfido me stessa a creare desideri sempre più elaborati, cercando di trovare la tripletta perfetta, colei che mi darà la piena felicità.

Il mio campo dei desideri spazia dalla politica alla messa in discussione dei massimi sistemi, dalle doti musicali e canore alle abilità linguistiche, quanto mi piacerebbe avere il cervello programmabile come quello di Neo……”Conosco il Kung Fu“.

Ho provato recentemente a chiedere la tripletta bionda, stupida e un po’ zoccola ma niente da fare, almeno finora.

Che io sia sbacata non è un mistero, perciò non lamentatevi e soprattutto non si accettano resi per la merce avariata!

Quasi40anni dice che porta molta fortuna e spera i miei desideri possano realizzarsi, quindi stavolta devo trovare la miglior tripletta possibile.

wishlist_edit-630x320

fonte: web

1° desiderio: desidero una notte di sonno in piena regola. Come quando, da piccola, chiudevo gli occhi solo per un battito di ciglia e mi risvegliavo a giorno fatto, ogni volta piena di stupore per quella magia inspiegabile. Voglio andare a letto presto e fare un sonno lunghissimo e sereno, svegliarmi con i capelli tutti impastati dalle alghe dei sogni, alzarmi dal letto come da una caverna profonda e confortevole, ridere delle pieghe che il cuscino avrà disegnato sulla mia faccia, per una volta davvero riposata.

2° desiderio: desidero imparare a piangere per allontanare via la tristezza, con graziose lacrime che rotolino giù a comando rendendo luminoso il mio viso, senza sembrare più un patetico pomodoro spiaccicato. Una mia compagna di collegio, all’università, aveva questa dote che ho sempre desiderato per me. Era una buffa ragazza italo-sudafricana, aveva girato mezzo mondo ed era in quel collegio quasi per caso. Le sono grata per le lunghissime conversazioni in inglese, per le fantastiche merende a base di marmellate inglesi e burro salato e per avermi fatto conoscere i Nirvana. Di tanto in tanto, quando era triste per la troppa nostalgia di casa, si sedeva davanti alla finestra e si concedeva un bel pianto consolatore, che le accendeva la pelle chiarissima e gli occhi azzurri, rendendola ancora più bella, poi faceva un bel respiro e tornava allegra (Romy, wherever you are I miss you so much).

3° desiderio: desidero trovare il coraggio per cambiare la mia vita. Dopo molto tempo trascorso nelle pastoie di scelte obbligate, sto finalmente scorgendo un’alternativa per il mio futuro, sicuramente folle e rischiosa, ma già solo pensare a questa opportunità mi rende stranamente felice. Mi manca il coraggio per compiere il primo passo ed è questo che desidero con forza.

Tirando le somme, ho chiesto un cuore per piangere e il coraggio per vivere, mi manca solo il cervello per pensare, ma credo che Dorothy sarebbe comunque fiera della mia wishlist.

Se rinasco

Caro Dio, Adonai, Allah, Krishna, Brahma, Odino, Rha, Zeus, Entità aliena, o chiunque tu sia, sempre che qualcuno esista e queste non siano solo parole vuote, create per sentirci meno soli e dare un senso al nostro esistere.

Tra pochi giorni sarà il mio compleanno.

Già il primo mese dell’anno è sempre quello più difficile, carico com’è di aspettative, bilanci e buoni propositi, ma si può essere più sfigati del dover fare anche i conti con gli anni che passano ed iniziare con un anno anagrafico in più sulla schiena?

Lasciamo perdere, và!

Comunque voglio avvantaggiarmi e vorrei chiedere, o meglio patteggiare con te, qualche miglioria per la prossima vita.

Sì perchè ormai su questa non c’è più molto da fare, insomma il paziente collabora ma la situazione è seria.

Caro Dio ecc ecc ecc se rinasco potresti farmi bionda, oca e un po’ zoccola?

Bionda perchè è statisticamente provato che le persone con i capelli biondi predispongono alla altrui simpatia, così finalmente smetterò di sentirmi inadeguata, non dovrò più preoccuparmi dell’opinione del prossimo e di farmi accettare.

Oca perchè non è che essere intelligente mi abbia giovato così tanto, anzi vorrei smettere di pensare troppo, imbottire di ovatta il cervello e non incasinarmi da sola più del necessario.

Zoccola perchè se devo essere oca almeno fatemi divertire, solamente un po’, senza perdere il buon gusto e l’ironia.

Nel vortice della mia rinascita, se posso aggiungere ancora qualcosa, gradirei avere doti musicali, qualunque strumento va bene ma in primis il pianoforte, e magari una bella voce, possibilmente alla Ella Fitzgerald.

Se poi ti avanzano 20 centimetri di altezza io non mi offendo ma, mi raccomando, centimetri e non chili, per questi ultimi ti sei già abbondantemente espresso in questa vita.

Ora ti saluto mio caro Dio ecc ecc ecc e spero che queste non siano solo cyber-parole vuote nella rete delle illusioni.

“Se vuoi far ridere Dio, raccontagli i tuoi progetti” (Proverbio yiddish)

Buon settembre

Mi piace la simmetria, stendo i panni precisi precisi con le mollette appaiate per colore, raddrizzo i libri storti e li raggruppo per autore, impilo gli asciugamani in ordine di grandezza 🙄

Cose così, da ossessivo-compulsiva quale sono, anche se un amico psicologo mi ha rassicurato: non sono ancora così grave O_o

Oggi mi piace perchè è simmetrico ed elegante, primo del mese che inizia il primo giorno della settimana!

Cosa potrei chiedere di più?

Buon giorno, buon settembre e buona ripartenza a tutti gli amici di blog.

Non mi resta che ascoltare la mia canzone perfetta per un giorno perfetto ❤❤