Mattone refrattario Award

Se una divinità come Niphus ti manda un messaggio di questo genere “Vieni che ti ho nominato e…porta la malta” tu che fai? Io corro, ringrazio e rispondo Obbedisco!

Chiedo scusa a tutti gli altri blogger che mi hanno nominato in vari tag, vi garantisco che cercherò di rispondere a tutti e scusatemi se faccio una parzialità, ma provateci voi a fissare la maschera di Guy Fawkes senza abbassare lo sguardo!

Le regole di Niphus

1. Ringraziare il blogger che ti ha nominato
2. Rispondere alle 11 domande poste dal blog o dai blogger che ti hanno nominato
3. Scrivere, a piacere, 11 cose di te
4. Premiare a tua volta 11 blog che hanno fatto i bravi e che non sporcano
5. Formulare le 11 domande per i blogger che si nomineranno
6. Informare i blogger del premio assegnato

Le domande di Niphus

1. Sei felice della tua vita ?

Si, no, non lo so……….uffaaa, ma non si può cambiare domanda?

2. La zucchina è un ortaggio o una verdura ?

La zucchina è una religione per me, è il mio cibo vegetale preferito e ci cucino di tutto, dal dolce al salato, persino la marmellata, che è la fine del mondo con i formaggi.

3. Il tuo supereroe preferito

Hulk/Bruce Banner

4. Che cosa pensi di Voltaire del suo illuminismo e della sua “religione naturale” ?

Un Dio buono e giusto, che ha creato tutti gli esseri, che perpetua la loro specie, che punisce senza crudeltà i delitti e ricompensa con bontà le azioni virtuose, che soccorre l’indigente e l’oppresso, che parla una lingua che tutti possono comprendere, che non si riconosce in alcuna chiesa o setta, ma è espressione universale. Beh, è fantastico! Se davvero avessimo una religione universale, avremmo risolto la maggior parte dei conflitti mondiali.

5. Preferisci fare le vacanze al mare, in montagna o dove ??

Preferisco fare vacanze, dove non importa purchè sia vacanza, anche se il mare ha un quid impossibile da dimenticare.

6. Quando eri piccolo che cosa pensavi della befana ??

Wow altri regali!!

7. “Il maggior ostacolo per vivere è l’attesa che dipende dal domani ma spreca l’oggi.” Che cosa pensi di questa frase di Seneca.

Che dovrei smetterla di aspettare di vedere un giorno migliore e vivere quello attuale, che è sempre il migliore, perchè è l’unico che davvero posso dire mio.

8. Perché scrivi ?

I mostri li combatti se sei abbastanza forte per farlo, li ignori se sei abbastanza pazzo, li esorcizzi se riesci a scriverne.

9. La filosofia libera dall’ignoranza o rincoglionisce ?

L’uno e l’altro. Poca è cercare la via più facile, troppa è cercare di giudicare il mondo con lo sguardo rivolto al proprio ombelico.

10. Che cos’è per te la natura ?

L’universo in cui vivo.

11. Come ti descriveresti ?

Permalosa, banale, malmostosa, ingenua.

Le 11 cose di me

  1. Amo il freddo
  2. Odio il caldo
  3. Bevo troppo caffè
  4. Parlo nel sonno ma non disturbo
  5. Mi piace fare il bagno in mare di prima mattina, quando l’acqua è fredda ma cristallina
  6. I tramonti mi rendono silenziosa
  7. Dormo benissimo quando fa temporale, tuoni e fulmini sono il miglior sedativo
  8. Mi piace accendere candele profumate
  9. Amo il tè al bergamotto
  10. Il mio miglior amico è un quadretto di cioccolata fondente
  11. Odio telefonare, ma mi piace scrivere email

Le 11 nomine

Nomino, se vorranno, i primi undici like a questo post, sempre che non abbiano già risposto.

Le 11 domande

Ragazzi oggi tema libero! Purchè siano 11.

Niphus ho portato la malta, spero vada bene, ancora grazie e adesso vado a far merenda con gli altri sulla trave.

a chiamata rispondo (tag)

Il blog Ciaolatteciao mi ha  gentilmente nominato per il Liebster Award. liebster3

Le domande sono così carine che ho deciso di rispondere, anche se poi non nominerò nessuno per non fare torto a tutti i miei blog preferiti (e sono tanti!).

1. Qual è la citazione guida nella tua vita?
Vorrei mettere una citazione dotta e non banale, ma nelle mie orecchie risuonano le parole che mio padre ha sempre ripetuto “Hai fatto solo il tuo dovere” ed è ciò che faccio ancora oggi.

2. Qual è la tua opera d’arte preferita?
Ovviamente Magritte, c’era bisogno di dirlo??, in modo particolare L’impero delle luci che ho avuto il privilegio di ammirare anni fa in una mostra antologica a Como. Penso di essere rimasta una mezz’ora incantata, anzi ipnotizzata, da quelle finestre illuminate. Indimenticabile.

2016315783. Qual è la città del tuo cuore, che tu l’abbia visitata o meno, e perchè, cosa ti evoca?
Genova, che è la mia casa adottiva e che torno a trovare spesso, e due dipartimenti francesi, Dordogne e Languedoc. Ciascuno di questi luoghi suscita in me l’impressione di essere a casa, di averli vissuti in un passato di chissà quale epoca.

4. In quale epoca storica ti piacerebbe essere nato ed aver vissuto?
Mi sarebbe piaciuto vivere il fermento dei primi anni del novecento, soprattutto gli anni ’20 e ’30, magari a Parigi se proprio potessi scegliere.

5. Qual è la tua fiaba preferita?
Si dice che da piccolina conoscessi a memoria la fiaba di Pollicino, non garantisco che sia effettivamente la mia preferita ma ricordo ancora a memoria La ragazza mela, una fiaba di Italo Calvino che ho letto e riletto centinaia di volte per far addormentare la mia sorellina più piccola.

6. Qual è il tuo sogno nel cassetto?
Purtroppo ho perso la chiave di quel cassetto, sono molto sbadata………..

7.Qual è l’invenzione della quale avresti voluto essere artefice?
In realtà non c’è ancora e mi manca moltissimo, soprattutto quando sono di fretta: il teletrasporto del capitano Kirk, ogni tanto ci provo a dire la frase magica “Signor Scott, mi faccia risalire” ma mai una volta che funzioni!

8.Qual è il personaggio storico che più ti affascina e perchè?
Questa volta sono tre, Edward Bach, Samuel Hahnemann e Frida Kahlo.

9. Perchè un blog…
Un blog per non sentirmi sola, per scavare dentro, per raccontare, per sorridere, per piangere, per amare.

10. La tua poesia preferita…. perchè di poesia siamo fatti…
Il mio poeta preferito è Ungaretti e in assoluto la poesia che amo di più è Natale, che ho già postato tempo fa. Altre due meraviglie sono qui sotto.

Notte di maggio

Il cielo pone in capo
ai minareti
ghirlande di lumini.

Veglia

Un’intera nottata
buttato vicino
a un compagno
massacrato
con la sua bocca
digrignata
volta al plenililunio
con la congestione
delle sue mani
penetrata
nel mio silenzio
ho scritto
lettere piene d’amore

Non sono mai stato
tanto
attaccato alla vita.

Pur non nominando direttamente nessuno, chi desidera rispondere a domande così carine è caldamente invitato a farlo!

Un po’ di musica ci sta sempre e poi adoro questi bruti dal cerone pesante.

A pennello

Per prima cosa devo ringraziare due blogger così gentili da avermi nominato per il Liebster Award.

Grazie a settembre81 e a Lunatica per aver pensato a me, sono felicissima di questa candidatura e sorrido al pensiero che lo scorso anno in questo periodo impazzava la “febbre” degli award e avrei voluto tanto riceverlo, pur non avendone la minima possibilità!

Oggi vorrei poter accettare il premio ma la mia onestà mi impone di rifiutare, perchè ho più (poco più a dire il vero) di duecento followers.

Il solo fatto di essere stata nominata è già motivo di vanto quindi grazie davvero! ❤ ❤

manichino

fonte: web

E’ un periodo strano questo, insipido come il pane sciapo.

Sono annoiata da me stessa, mi sembra di galleggiare in una fanghiglia tiepida e appiccicosa che frena i movimenti.

Anche pensare è diventato difficile, infatti non scrivo da un po’.

Sono andata a vedere la bellissima mostra di Boldini, mi sono coccolata con un weekend in beautyfarm, ho fatto un’escursione in montagna, leggo libri, vedo film, ascolto musica, ho sperimentato piatti nuovi, sono andata ad un festival di musica occitana, insomma dovrei avere qualcosa da dire!

Invece no.

Prendo appunti, penso, cerco di pescare nel mio cervello qualcosa che valga la pena di dire ma le idee mi scivolano via dalle dita, cerco di afferrarle ma perdo sempre io.

Sono sbadata, distratta, mi faccio male, non volontariamente ma in modo casuale.

Cado, mi strappo, ho lividi dappertutto su gambe e braccia e anche adesso, mentre sto scrivendo, ho la borsa del ghiaccio sul piede sinistro; lo scontro con la gamba del tavolo si è rivelato più duro del previsto per le mie dita.

Sto alla larga da coltelli e strumenti appuntiti……non si sa mai e ci tengo ad avere tutti i pezzi al loro posto ancora per un po’.

Mi sento un disastro ambulante e forse lo sono.

Sospiro, forte e di frequente, mi sembra che buttare fuori l’aria in qualche modo mi alleggerisca da un peso immaginario ma così tangibile da essere doloroso.

Mi guardo schifata allo specchio e penso che almeno sono pulita e in ordine, al resto penserò poi.

 Spendo soldi, mi vergogno un po’ a dirlo anche se me li guadagno tutti da sola, per riempire malamente il vuoto che sento.

Compro borse, scarpe, qualche gioiello fasullo buono solo per ingannare le gazze. Mi rivesto di inutili orpelli da casalinga disperata e aspetto, che cosa non lo so, ma questo è un dettaglio.

L’altro giorno ero contenta perchè le mie scarpe nuove, appena arrivate, mi stavano come un guanto.

E’ bello sentirsi da subito a proprio agio, niente che tira o fa male perchè troppo stretto, solo la piacevole sensazione di stare comodi.

Allora ho pensato che almeno una volta vorrei calzarmi a pennello, accomodarmi nella mia pelle con voluttà, guardarmi dentro e pensare che finalmente tutto è al suo posto, niente è troppo stretto o troppo largo, non ci sono modifiche da fare, nessuna pezza da mettere, nessuno strappo da rammendare.

Ogni aggettivo che mi caratterizza è sempre accompagnato da un troppo davanti, troppo bassa, troppo grassa, troppo seria, troppo pessimista, troppo generosa, troppo intelligente, troppo fiduciosa, troppo timida, troppo idealista. Per una volta invece vorrei sentirmi giusta, nè troppo nè poco, solo giusta.

Per ora sono qui, con una tazza di tè speziato e il piede che pulsa, goffa come non mai, a scrivere scempiaggini a tarda ora con la compagnia della mia playlist preferita su Spotify.

Almeno è un inizio, quattro parole superficiali contro il vuoto di senso.

Voglio calzarmi a pennello, voglio una pelle splendida.

Premio “La luce interiore” per me

img_8345

Ringrazio pinadamato che mi ha voluto così gentilmente assegnare questo riconoscimento perchè, parole sue, “ apprezzo te e il tuo blog per la sensibilità e la schiettezza“.

Grazie davvero Pina!

Le regole del premio sono molto semplici:

1) Consegnare il premio a 10 persone che siano generose, spontanee, amici di amici.
2) Mettere i link dei loro blog e avvisarli.
3) Inserire il logo del premio.

Il difficile arriva ora! Come faccio a scegliere 10 blog di persone generose e spontanee che, in qualche modo, illuminano la mia giornata? E tutti gli altri??

Siete tutti importanti per me, quindi vi nomino ufficialmente tutti e siete autorizzati a prendere il premio e a continuare, se credete, la catena “magica”.

A questo punto Harrison Fiat avrà scrollato le spalle e messo su Anarchy in the UK dei Sex Pistols ma pazienza, gli voglio bene lo stesso!

Buona domenica

Ancora un premio

Un’altro premio per me, la mia vocina interiore saggiamente dice che non devo abituarmi, ma mi fa molto piacere riceverlo.

image-1

Il premio “Talento Innato” di SempreCarla questa volta mi è stato dato dalla dolce Viola di “Opinionista per caso Viola”

Regole:

  • Utilizzare il logo, ok!
  • Menzionare chi ti ha nominato, grazie moltissimo ❤
  • Nominare 10 blogger, nei quali scorgete la dote del talento, notificando loro la nomination, non credo di farcela ma spero passino di qui a prendersi il premio
  • Rispondere alle seguenti domande, visto che mi è stato conferito da poco le risposte sono qui

Eccoci arrivati alle mie nomination:

Ai blog già nominati la volta scorsa aggiungo

http://secondastella72.wordpress.com/

http://rosenuovomondo.wordpress.com/

http://alvufashionstyle.com/

http://dearmissfletcher.wordpress.com/

http://lucidido.wordpress.com/

http://eldindodero.wordpress.com/

Non riesco a nominare tutti gli altri blog ma non ci sono parole per dire quanto io sia felice di interagire con ognuno di voi.

Grazie a tutti per esserci ❤ ❤ ❤

PREMIO?????!!!!!????

Ma………ma……….

Come??

Davvero????

Un premio????

A me???????????!!!!!!!!!???????????

Ieri sera non ci potevo credere quando mi è stato comunicato, ma ne sono molto molto felice!

E’ la prima volta che ne ricevo uno, quindi farò sicuramente qualche casino, ma ci provo ugualmente.

Ho anche sbirciato nei blog dei pluripremiati per vedere come si fa 😉

image-1

Il premio “Talento Innato” di SempreCarla, graditissimo ma immeritatissimo, mi è stato dato dalla cara Sun di “pensieri distesi al sole”

Regole:

  • Utilizzare il logo, ok!
  • Menzionare chi ti ha nominato, graziegraziegraziegrazie Sun!
  • Nominare 10 blogger, nei quali scorgete la dote del talento, notificando loro la nomination, ce la posso fare!
  • Rispondere alle seguenti domande, uhssignur che ansia!

– Quando hai capito di amare la “scrittura”?

Sono nata quando carta e penna erano ancora insostituibili, non c’erano computer e posta elettronica al mio servizio, quindi ho sempre scritto lettere e tenuto un diario.  Scrivere mi aiuta a dare un senso alla vita e a prendere la giusta distanza dalle emozioni.

– Ti ispiri mai alla tua realtà?

Cerco sempre di essere sincera, scrivo di me, del mio quotidiano, delle mie noie e dei miei scazzi; questo è il mio esercizio dal vero non una cyber-vita di fantasia.

– Se potessi partecipare e vincere una competizione letteraria o fotografica importante, quale sarebbe?

Non ho le competenze necessarie, preferisco ammirare le opere dei veri artisti.

– In cambio di una ingente somma di denaro, riusciresti a realizzare qualcosa lontanissima dalle tue corde?

No dai questo no! Già il mio lavoro di tutti i giorni, per quanto non adeguatamente retribuito, è quanto di più lontano dalle mie corde……..anzi è la mia corda al collo! 🙄

– Ami sperimentare?

Una vita fa ero ricercatrice in ambito chimico, per me sperimentare è imprescindibile dal processo creativo. Ormai sperimento, a dire il vero con ottimi risultati, solo in cucina ma chissà!

– Offri qualcosa di inedito alle persone che ti seguono e credono nelle tue capacità

Ogni cosa che scrivo qui è inedita, quindi penso vada bene così. D’altra parte non voglio piacere a tutti i costi o accaparrarmi il favore dei lettori, preferisco rimanere me stessa.

Eccoci arrivati alle mie nomination:

http://feritacaffe.wordpress.com/

http://im1dreamer.wordpress.com

http://marcoguzzini.wordpress.com

http://dayofflondra.wordpress.com

http://cronachediunpigiamarosa.wordpress.com

http://gallicharl.wordpress.com

http://giovannacacciuto.wordpress.com/

http://tilladurieux.wordpress.com/

http://panelibrietnuvole.wordpress.com/

http://girodelmondoattraversoilibri.wordpress.com/

Un grazie va a tutti gli altri blog che seguo per ciò che mi regalano ogni giorno.